Acciaio zincato


L’acciaio zincato è il materiale maggiormente impiegato nella realizzazione di manufatti per l’uso in esterno.
Ha un caratteristico colore grigio-argento che si presta perfettamente a qualsiasi abbinamento risultando adatto in ogni contesto..
A richiesta può essere verniciato in tutte le tinte RAL
.

La zincatura è il processo con cui viene applicato un rivestimento di zinco su un manufatto metallico generalmente di acciaio per proteggerlo dalla corrosione galvanica: esso infatti limita la formazione di micro-celle elettrolitiche ad azione anodica nei bordi di grane.
L’acciaio zincato è rivestito con un sottile strato di zinco per prevenire la corrosione.
Lo Zinco può essere applicato l’acciaio attraverso un processo di elettrodeposizione o immersione a caldo. Il materiale viene immerso in un bagno caldo di zinco liquido. Viene quindi rimosso e riservato fino a secco. 

Il rivestimento di zinco aderisce all’acciaio come si raffredda, creando acciaio zincato. La galvanostegia viene eseguita immergendo il materiale in un bagno elettrolitico. Quando l’acciaio viene rimosso dal bagno, il rivestimento indurisce, creando un sottile strato aderente di zinco.

L’acciaio zincato è un materiale comunemente utilizzato nei progetti di costruzione di case, soprattutto nella parte strutturale. Chiodi, dadi e bulloni sono in acciaio zincato. È anche una scelta popolare per recinzione ornamentale. Molte recinzioni che sembrano essere fatte di ferro, in realtà sono composte di tubi di acciaio zincato. È preferibile perché è resistente alla ruggine.